Sign in

close
Create an Account

Shopping cart

close

News

potatura
Approfondimenti, News

Frutti della potatura: perché potare è così importante?

In natura gli alberi da frutto crescono autonomamente, nello sforzo di garantire alle loro chiome lo sviluppo più idoneo. Tuttavia, la coltivazione delle piante da parte dell’uomo ha modificato questi meccanismi naturali, al fine di offrire a ogni esemplare un’evoluzione sana e robusta, ma anche una produttiva fruttificazione.

Tra gli interventi più comuni c’è la potatura, un’attività indispensabile per la cura di alberi, piante e arbusti. L’operazione promette numerosi benefici alle coltivazioni e consente di aspettarsi frutti più abbondanti e di qualità superiore nella successiva stagione di produzione.

La condizione per ottenere questi risultati è che l’intervento sia eseguito a regola d’arte ed effettuato con competenza e con l’impiego degli attrezzi più adeguati. Scopriamo di più sulla potatura e sui suoi vantaggi, per esplorare poi i segreti e l’attrezzatura necessaria per attuare questo intervento al meglio.

Il periodo della potatura

Per quanto la potatura sia importante per preservare il benessere e stimolare la produttività delle coltivazioni, l’attività comporta in ogni caso uno stress per la pianta ed è opportuno occuparsene durante i periodi di riposo vegetativo, come l’inverno. Ciò consente di contenere la perdita di linfa dai tagli, che possono rimarginarsi più velocemente con l’avvicinarsi della ripresa primaverile delle chiome. Potare durante i mesi invernali, evitando comunque quelli eccessivamente freddi, permette anche di limitare l’eventuale proliferazione di insetti o patogeni sulla pianta, preservandone così la salute.

Mentre alcune piante vengono potate già tra i mesi di dicembre e febbraio, marzo è il mese prescelto per la potatura di numerosi alberi da frutto, poiché si tratta del periodo appena precedente la fioritura primaverile. Prima di procedere vanno comunque svolte attente valutazioni caso per caso, che tengano conto della posizione geografica, del clima e del tipo di piante.

È bene ricordare che esiste anche una potatura estiva, detta potatura verde, da effettuarsi nel periodo successivo alla raccolta dei frutti. Oltre a eliminare rami secchi e parti non più produttive della chioma, questo tipo di intervento può servire a contenere lo sviluppo vegetativo delle piante e a regolarne efficacemente la crescita.

L’importanza delle operazioni di potatura

Il taglio dei rami di una pianta ha diversi obiettivi. In primis, mira a mantenere l’albero in piena salute, garantendo anche la sicurezza delle zone immediatamente sottostanti alla chioma attraverso l’eliminazione delle fronde secche o che possono cadere.

Inoltre, la potatura ha il compito essenziale di massimizzare la resa produttiva della pianta, favorendone la fioritura e la successiva fruttificazione. Le piante da frutto vengono infatti potate con regolarità, per incoraggiare una produzione abbondante e costante nel tempo.

Negli esemplari più giovani, l’operazione velocizza l’entrata in produzione della pianta e la aiuta a raggiungere quanto prima uno sviluppo strutturale favorevole alla fruttificazione.
Negli alberi più maturi, invece, il taglio di rami, succhioni o polloni regola con efficacia l’equilibrio tra l’attività vegetativa e quella produttiva delle chiome, indirizzando la pianta verso una crescita omogenea. Ridistribuire in maniera ottimale la linfa nelle parti più fruttifere dell’albero comporta una resa nettamente superiore della raccolta e, inoltre, una migliore qualità del frutto in termini di dimensione e sapore.

Alleggerire le fronde ottimizza anche la penetrazione di luce e aria all’interno dei rami, a tutto vantaggio del benessere della pianta, che sarà più ossigenata e più protetta da eventuali proliferazioni di parassiti, funghi o altri agenti patogeni. Una potatura corretta non solo migliora il risultato estetico della pianta, ma le conferisce anche più stabilità e robustezza, rendendola capace di resistere a condizioni meteorologiche avverse.

Come eseguire una corretta potatura?

Un’adeguata operazione di potatura presuppone una profonda conoscenza delle piante su cui intervenire e delle tecniche per lavorare in piena sicurezza. Il taglio dei rami può. Infatti, causare dannose ferite alla corteccia e, quando non eseguito correttamente, può compromettere la salute della pianta.

Gli interventi di potatura generalmente non dovrebbero eliminare più del 30% della vegetazione alla volta, in modo da preservare il bilanciamento energetico e non sottoporre l’albero a stimoli eccessivi. Inoltre, ogni potatura dovrebbe rispettare la fase di sviluppo della pianta e la sua età, ma anche il suo ciclo di produzione, le sue condizioni di salute e le sue capacità di difesa e di reazione.

Scegliere attrezzi professionali e di eccellente qualità è uno dei primi elementi per una potatura consapevole e rispettosa. L’uso di un’attrezzatura dagli elevati standard è il presupposto essenziale per operare nella massima sicurezza, sia per l’addetto che per la pianta stessa. L’attrezzatura basilare per una potatura efficace può cambiare in base alla varietà delle piante su cui si lavora, ma è indispensabile in ogni caso dotarsi di attrezzi sempre ben affilati e con un livello di potenza adeguato al tipo di rami da tagliare.

Tra gli strumenti essenziali per una buona potatura ci sono senza dubbio le forbici, i potatori e i troncarami. All’interno del catalogo Campagnola sono presenti diverse tipologie di prodotti, azionati da differenti fonti di alimentazione e progettati ognuno per un utilizzo specifico.

Le forbici da potatura Campagnola

Tra le nostre proposte puoi trovare un’ampia gamma di forbici pneumatiche, forbici elettriche con batterie agli ioni di litio spalleggiate e forbici elettriche con batteria plug-in agli ioni di litio. Ad accomunare le diverse proposte sono lame resistenti realizzate in acciaio forgiato, capaci di eseguire tagli netti senza sbavature e di evitare pericolosi danni alla corteccia. Scegliendo tra le diverse versioni presenti a catalogo è sempre possibile reperire l’attrezzo con l’apertura delle lame e la potenza di taglio proporzionata alle piante da potare.

Inoltre, l’impiego di tecnopolimeri in fibra di carbonio rende gli attrezzi Campagnola estremamente leggeri, in grado quindi di adattarsi a ogni tipo di intervento e di garantire una sensibile riduzione della fatica dell’operatore, anche quando questo si trova a lavorare su ampie coltivazioni o su impianti particolari. Sia le versioni elettriche, sia quelle pneumatiche presentano, inoltre, una buona maneggevolezza e un’ergonomia attentamente studiata per favorire una facile impugnatura.

L’assenza di vibrazioni e contraccolpi sui modelli pneumatici rende meno stressante il lavoro dell’operatore e riduce i disturbi tipici delle lunghe sessioni di potatura. I modelli elettrici plug-in, invece, godono di dettagli tecnologici avanzati, come il double click o il cavo con batteria in cintura, essenziale per alleggerire ulteriormente l’attrezzo e minimizzare la fatica dell’operatore.

Da segnalare anche la compatibilità delle forbici da potatura Campagnola con aste di prolunga fisse o telescopiche, che consentono di raggiungere qualsiasi punto della chioma, lavorando da terra in piena sicurezza.

I potatori Campagnola

Disponibili anch’essi in versione elettrica o pneumatica, i potatori a catena di Campagnola offrono una velocità di taglio in grado di garantire operazioni produttive e tagli netti, eseguiti nel pieno rispetto della salute dell’albero. Oltre a essere leggeri e silenziosi, sono ben bilanciati nella distribuzione del peso e permettono all’operatore di completare le sue sessioni di lavoro senza eccessivo affaticamento di braccia, spalle, collo o schiena.

A caratterizzare i potatori a catena di Campagnola sono anche i più efficaci sistemi di sicurezza, l’assenza di vibrazioni e la possibilità, per molti dei modelli proposti, di essere connessi ad aste di prolunga fisse o telescopiche, in modo da sfruttare la loro potenza anche per potature in quota.

I potatori a catena del nostro catalogo sono dimensionati per adattarsi ognuno alle caratteristiche peculiari delle singole coltivazioni e, grazie alle loro diverse fonti di alimentazione, riescono a soddisfare le esigenze di qualunque professionista o appassionato del settore. I modelli elettrici plug-in, ad esempio, consentono di godere della più ampia libertà di movimento, mentre il modello con batteria spalleggiata offre un’eccezionale autonomia di lavoro. I potatori pneumatici assicurano poi prestazioni adeguate a chi necessita di effettuare operazioni intensive sui su alberi da frutto.

A completare la gamma di attrezzi di Campagnola ci sono anche attrezzi manuali, come forbici, troncarami, tagliasiepi e segacci, che forniscono un supporto pratico per le finiture o nelle situazioni in cui è richiesta un’azione manuale.

Se sei alla ricerca dell’attrezzo perfetto per completare le tue operazioni di potatura annuali, scegli tra i prodotti della PROFESSIONAL Line e della GREEN Line di Campagnola quello più adatto alle tue necessità!

    Scroll To Top Sidebar